Crea sito

Benvenuti all’edizione on-line de “La Voce di Parma”

“Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto.”  Horacio Verbitsky

“Un giornalismo valido e accurato difende la nostra democrazia. È una delle armi più efficaci a nostra disposizione per contenere gli affamati di potere.”  Robert Redford

“Libertà è dovunque vive un uomo che si sente libero.”  Giovannino Guareschi

L’edizione on-line della Voce di Parma non è un semplice quotidiano on-line. Vuole essere la testimonianza partecipativa dell’unico giornale libero che, da quasi vent’anni, riesce eroicamente a sopravvivere a Parma. 

L’edizione on-line non si sovrappone a quella cartacea. Non contiene gli stessi articoli, ma ne costituisce l’estensione, il completamento e l’arricchimento. 

Obiettivi

L’edizione on-line della Voce di Parma, persegue chiari obiettivi: 

  1. essere il completamento della locandina esposta alle edicole attraverso una sintesi degli articoli opportunamente scelti; 
  2. essere il luogo in cui i nostri lettori registrati potranno accedere all’eventuale documentazione disponibile a supporto degli articoli;
  3. consentire la discussione continua e aperta agli utenti registrati al fine di consentire un confronto ed una discussione aperta e libera sugli argomenti più rilevanti per la nostra città;
  4. essere il luogo in cui i lettori possono segnalare in modo pubblico eventuali temi di indagine su fatti che siano a loro conoscenza. 

Cos’è La Voce di Parma online

Possiamo definirla un approfondimento in divenire. Intende essere il luogo della partecipazione, dell’approfondimento e della discussione in merito alle notizie settimanali, ma anche su eventuali notizie importanti che dovessero caratterizzare la settimana. 

Si propone di istituire un nuovo modo partecipativo di fare giornalismo che consenta a tutti di esprimere le proprie idee ed opinioni in merito a quello che accade a Parma e dintorni.
In particolare, si propone di osservare il ritardo con cui gli organi di informazione ufficiale del potere cittadino divulgheranno le notizie fornite dalla Voce di Parma, dopo averle anestetizzate, in modo da non disturbare i padroni del vapore. 

Ci riserveremo inoltre di denunciare in modo aperto le fake news, che dovessero essere diffuse dall’informazione di regime. In questo senso garantiamo un servizio pubblico ai cittadini e una informazione corretta e oggettiva. 

Continueremo a scomodare i manovratori, e lo faremo oggi come allora con correttezza e libertà.